L’incubo dei commercianti che terrorizza la città.

L’incubo dei commercianti che terrorizza la città.

31 Gennaio 2019 Off Di Mario Pelliccia

CASALNUOVO – Svariati giorni per le strade della città si aggira all’interno dei negozi un individuo ben vestito, dotato di una discreta dizione con un fare da “finto tonto” con età compresa tra i 40 e i 45 anni, viso paffuto e ben riconoscibile perché porta sul viso un “pezzetto” modellato di barba. 

Ingresso Ortofrutta Razzini

Parliamo dell’incubo dei commercianti della città.  

Diverse segnalazioni giunte in redazione, confermate poi da vari post resi pubblici dagli stessi commercianti sui social network con foto e/o video dei dispositivi di sicurezza all’interno dei locali.

Solito copione. Entrata, va alla cassa, paga, e riceve il primo resto, con un giro di parole distrae il commerciante, nello stesso attimo insinua il mancato resto del 20€ addirittura del 50€ con l’innesco di una piccola diatriba la quale evitata sul nascere dal venditore per motivi di etica professionale e qui il piano arriva a compimento. Il malfattore ricava il doppio resto “guadagnandosi” così la giornata.  Una operazione che è stata segnalata da due commercianti “L’arte dei Dolci” e la nuovissima “Ortofrutta Razzini” entrambi sul Corso Umberto I.

Operazione in corso

Ci troviamo dinanzi ad un fatto increscioso che ha altri precedenti, lamentele soprattutto da commercianti non sicuri, non protetti e abbandonato a loro stessi sotto il profilo sicurezza, nonostante chi qualche giorno fa, con tanto di foto sui quotidiani per mettere in mostra il bel viso ormai quasi dimenticato dalla città, diceva al contrario.

Per le strade della città si ha paura, la sicurezza ormai è una utopia, una città sbranata da un modo di gestire pessimo.

Chiunque avesse altre segnalazioni può farlo a redazione@casalnuovonet.tv