No alla Violenza sulle donne, parte il progetto canoro “E Femmene”

No alla Violenza sulle donne, parte il progetto canoro “E Femmene”

2 Settembre 2020 Off Di Bruno Aiello

Il 2020 in tutte le sue sfaccettature potrebbe essere definito un anno in cui la violenza è stata purtroppo all’ordine del giorno.

Numerose sono le repressioni coattive in tutto il mondo nei confronti dei manifestanti che provano ad universalizzare i diritti umani e mitigare il fenomeno del razzismo.

Durante la quarantena, promulgata dal Governo per arginare i contagi da Coronavirus, si è verificato un notevole aumento sul territorio italiano di denunce per violenza domestica, registrando addirittura 117 casi, di cui il 90% delle vittime risultano essere donne.

Fardello pesante portato da anni sulle spalle dell’Italia in cui vige, in alcuni casi, ancora l’idea del patriarcato e questo diritto del possesso del proprio partner, il quale, talvolta, si tramuta in raptus istintivi, violenti e mortali.

Contro questi dati terrificanti arriva la tempestiva risposta da parte di chi, le donne, non le sfiora neanche con un fiore e le considera, così come deve assolutamente essere, l’altra faccia fondamentale per formare la medaglia della società.

Nasce da un’idea degli autori Gennaro Schember, Nino Forte e Gaetano Maione la giornata di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, programmata per il 3 settembre alle ore 13.00 presso piazza Castello ad Acerra. Il progetto di origine musicale chiamato “E Femmene”, titolo dell’omonima canzone interpretata da voci partenopee, viene raccontato ai nostri microfoni dalla cantante Annamaria Manzo, in arte Anita, in un’intervista esclusiva:

  •  La violenza domestica è uno dei mali che da più tempo colpiscono il Paese. Perchè nasce il progetto “E Femmene”?

Annamaria Manzo: <<Un tema importante come quello della violenza di genere non era ancora stato trattato nel panorama canoro partenopeo, quindi grazie alla produzione dello studio discografico “MaioneSound” abbiamo provato a sensibilizzare tutte le donne che quotidianamente subiscono violenze fisiche e psicologiche attraverso la nostra canzone e una giornata dedicata>>

  • Cosa sente di dire alle donne che subiscono violenze e hanno paura di denunciare?

Annamaria Manzo: <<La donna non è solo moglie, un partner dovrebbe amare e proteggere la propria compagna. Le donne devono capire la propria importanza ed acquisire la consapevolezza del propria valore. Bisogna avere un grande amor proprio>>

  • No alla violenza sulle donne. Messaggio che potrebbe essere esteso a qualsiasi forma di violenza?

Annamaria Manzo: << Le donne sono le creature più fragili, ma denunciamo la violenza sui bambini, sugli anziani, sugli uomini e ogni forma di violenza>>.

E’ necessario che le persone siano sensibilizzate sull’importanza della donna nella società e sull’uguaglianza di genere.

Continua la denuncia contro la violenza sulle donne. Continua la denuncia contro “questa triste realtà diventata canzone” (“E Femmene”).

La violenza di qualsiasi genere non può più essere tollerata. Bisogna educare fin dalla tenera età all’empatia verso il prossimo senza la macchia del pregiudizio. L’uomo deve imparare a guardare l’altro allo stesso modo in cui guarda sé stesso.