Giovanni Nappi inaugura la Biblioteca Sociale “Giacomo Leopardi”. «Un sogno che si realizza»

Giovanni Nappi inaugura la Biblioteca Sociale “Giacomo Leopardi”. «Un sogno che si realizza»

24 Gennaio 2019 Off Di Alessia Vindice

CASALNUOVO – L’inaugurazione della biblioteca sociale, ha fatto il tutto esaurito. In composta conversazione, gli accorsi all’evento, nonostante la gelida temperatura, hanno atteso il taglio del nastro. Il discorso di Giovanni Nappi ha riscaldato l’atmosfera, tra la commozione generale ha ricordato il caro amico Ignazio Ponticelli, da poco scomparso ed ha accolto il sindaco di Afragola Claudio Grillo accompagnato dall’assessore alla cultura.

Foto Inaugurazione Biblioteca Sociale Giacomo Leopardi

Massiccia la preseza di autorità civili e religiose. Ad aprire la serata la visita del Dott. Ciro Fiola – Presidente della Camera di Commercio di Napoli. Ha benedetto il taglio del nastro il parroco della parrocchia San Giacomo, Don Giuseppe Ravo accompagnato dal suo vice Don Giacomo Equestre.

Foto Inaugurazione Biblioteca Sociale Giacomo Leopardi

L’interno della biblioteca sociale ospita il busto di Giacomo Leopardi realizzato dallo scultore, il maestro Domenico Sepe. Un lavoro minuzioso che rivela nel volto una sofferenza palpabile.

Foto Inaugurazione Biblioteca Sociale Giacomo Leopardi

Giovanni Nappi è la persona che ha dato vita ad un sogno, è la persona che coinvolgendo i cittadini e mettendo a disposizione a titolo gratuito un immobile di sua proprietà, sta provando a riportare nel paese la cultura e che si concede ad una nostra intervista: «Stasera abbiamo inaugurato la nostra Biblioteca Sociale intitolata a Giacomo Leopardi – le parole del fondatore de Premio Letterario Una Città che Scrive – nel ricordo di nostro fratello Ignazio Ponticelli. Gli spazi sono impreziositi dal busto in bronzo del poeta. L’unico busto in Italia che ritrae Giacomo Leopardi con “L’Infinito” tra le mani.
L’opera è stata realizzata dal maestro Domenico Sepe. L’Associazione “Una Città Che …” e la città di Casalnuovo di Napoli celebrano,così, i 200 anni de L’Infinito (1819-2019».

Il clima che si respira è quello dei salotti letterari degli anni 70 dove gli uomini di cultura si infervoravano e discutevano sui temi sociali, culturali e politici.

Foto Inaugurazione Biblioteca Sociale Giacomo Leopardi

 

La serata si è conclusa con la meravigliosa opera del somma poeta l’infinito, recitata dall’attore Giorgio Pinto con l’accompagnamento musicale alla chitarra del maestro Luigi Esposito.

 

Foto Inaugurazione Biblioteca Sociale Giacomo Leopardi

 

Foto Inaugurazione Biblioteca Sociale Giacomo Leopardi

 

 

Foto (C) – Enzo Paliotti