«Festa alla Botteghella», è boom di presenze. La soddisfazione di Giovanni Nappi: “il quartiere in festa dopo 37 anni”

«Festa alla Botteghella», è boom di presenze. La soddisfazione di Giovanni Nappi: “il quartiere in festa dopo 37 anni”

28 Aprile 2019 Off Di Bruno Aiello


CASALNUOVO – Dopo 37 anni d’assenza, ritorna finalmente a Casalnuovo di Napoli la “Festa alla Botteghella”. Sabato 27 aprile è stata, sin dal mattino, una giornata molto intensa e ricca d’emozioni per i cittadini . Tale evento, tanto antico quanto emblematico per il  paese, necessita infatti un’adeguata conoscenza delle proprie  radici  da parte dei giovani. 

Alcuni ragazzi delle scuole Casalnuovesi hanno avuto la possibilità d’intraprendere un excursus storico della zona  attraverso una breve illustrazione sulle origini dell’antico territorio di Arcora, per poi seguire la visita della Chiesa Santa Maria dell’Arcora.

Foto di Silvia Russo

Il percorso formativo è terminato poi con la visita alla grotta tufacea risalente al 1859 e alla Cantina Rea di proprietà dell’omonima famiglia produttori di vino da cinque generazioni. 

La festa ha riproposto inoltre, dalle ore 18.30 in Piazza Mafalda, la famosa gara del Palo della Cuccagna dove, sin dal principio, grandi e piccini  si riunivano in momenti di spensieratezza e collaborazione per l’unanime obiettivo di divertirsi e accaparrarsi golosi premi.

L’attività, come assicurato dal mentore  dell’associazione “Una Città che…” nonché ideatore dell’evento Giovanni Nappi, si è svolta in assoluta sicurezza grazie all’ausilio di personale qualificato e ai professionisti dell’AIPC (Associazione Italiana Palo Della Cuccagna).

Foto di Silvia Russo

Al termine del gioco, la festa ha palpitato intense ore di musica e spettacolo grazie alle esibizioni canore di talenti nati Casalnuovesi che hanno preceduto ospiti speciali del calibro di Emiliana Cantone e del gruppo di nacchere di Bruno Senese. L’intero concerto è stato condotto dall’istrionico speaker radiofonico casalnuovese  Mario Pelliccia che ha poi concluso la serata con disco music e balli di gruppo.

Un’attività ben organizzata attraverso il lavoro simultaneo di dj set, servizio di volontariato,Vicky 2 e Vedetta Campana, forze dell’ordine e una salda leadership è fonte di giovamento sociale ed economico per il territorio. Finalmente ieri è riemersa la vitalità di una Casalnuovo in festa che ha danzato e gioito fino a tarda sera,così come non succedeva da anni.

«Rispolverare tradizioni e far conoscere la nostra storia alle nuove generazioni attraverso attività di animazione territoriale non può che far bene alla comunità» –  così Giovanni Nappi commenta il ritorno di un’iniziativa così radicata come la “Festa alla Botteghella”. Dopo 37 anni, il passato non è stato dimenticato, in Casalnuovo sono state gettate le basi per un ritorno al futuro.

Foto redazione CasalnuovoNet.TV

«Ci siamo divertiti, è stato bello rievocare questo momento storico del nostro quartiere, la gioia si è doppiata nel fatto che oltre a riviverlo io in prima persona l’ho vissuto insieme a mia figlia di 9 anni e l’emozione si è doppiata perché io sono ritornata al passato, lei (la figlia ndr) la sta vivendo nel presente – le parole di Antonietta abitante del quartiere dalla nascita – quindi grazie a Giovanni Nappi che finalmente ha pensato anche a noi alla botteghella e a Mario Pelliccia ormai punto di riferimento dello spettacolo a Casalnuovo da anni».

Foto redazione CasalnuovoNet.TV