Coronavirus, un modo singolare della pizza a domicilio da un’idea di Enzo Mazzola

Coronavirus, un modo singolare della pizza a domicilio da un’idea di Enzo Mazzola

5 Maggio 2020 Off Di Bruno Aiello

E’ iniziata la fase 2 prevista per il 4 maggio, comincia a rivedersi un barlume di vita ordinaria in questo periodo del tutto straordinario.

Da lunedì 27 aprile, sono ripartite nel mezzogiorno alcune attività ristorative domiciliari, le quali, dopo oltre un mese dalla chiusura, hanno fin da subito riscontrato una forte richiesta.

Questa ripartenza però, non può essere subito sinonimo di un nuovo inizio. Il virus c’è ed è ancora una realtà concreta, per questo gli esercizi commerciali, sia i neo aperti che quelli mai chiusi, hanno l’obbligo procedere con cautela adottando le dovute precauzioni.

A tal proposito è intervenuto ai nostri microfoni Vincenzo Mazzola, figura di riferimento della pizzeria Misterpizz’ in via Napoli, che, per ridurre al minimo i rischi di contagio, ha ideato un metodo di consegna a domicilio sicuro ed innovativo.

“La salute del nostro staff e dei clienti viene prima di tutto, utilizziamo infatti una strategia di consegna atipica e priva di rischi. Il trasporto dei prodotti infatti, a differenza delle altre pizzerie, avviene in automobili che sono state sanificate prima della riapertura e i ragazzi addetti alla consegna, sono muniti di autocertificazioni e di tute di sicurezza per limitare al minimo il contatto al momento della consegna. Cavalcando l’onda del momento dei flash mob, abbiamo indetto un concorso social, per partecipare è necessario postare una foto o un video che ritraggano la pizza e il nostro fattorino al momento della consegna, taggare la nostra pagina social e liberare tutta la vostra fantasia. Il vincitore riceverà un buono da 20 euro alla prossima consegna che equivale ad una cena gratuita per 4 persone.”

Non si è perso lo spirito del lavoro, la voglia di fare e la fantasia che contraddistinguono il meridione e la nostra cittadina. Pazienza, dedizione e attenzione alle dovute precauzioni sono le chiavi per un nuovo inizio e per una ripartenza all’insegna del sorriso.