Consiglio Comunale Casalnuovo, il consigliere Razzini: «mi sento minacciato»

Consiglio Comunale Casalnuovo, il consigliere Razzini: «mi sento minacciato»

21 Gennaio 2019 Off Di Bruno Aiello

CASALNUOVO – Proteste durante il Consiglio Comunale tenutosi al Palazzo Salerno-Lancellotti.
Il consigliere Ciro Razzini, del PD, si è esposto pubblicamente denunciando l’omertà vigente nell’attuale sistema politico Casalnuovese.

Evidente il messaggio che intendeva trasmettere con questo gesto, la scritta sul cartellone che portava con se parla chiaro: “Ho paura, mi sento minacciato, non vedo, non sento, non parlo”.
Un messaggio di reazione dopo la denuncia che il primo cittadino ha presentato per chiedere un risarcimento di danni di immagine, a seguito della questione sollevata circa un condono sulla sua villa.
Il consigliere entra in sala con una camminata claudicante, un bastone e occhiali scuri.
L’azione di protesta ha scatenato il riso di alcuni presenti e il pronto intervento del Sindaco visibilmente infastidito, il quale ha esortato le autorità a cacciare dalla sala il rivoltoso.
Anche i tentativi di una libera espressione di pensiero e di una protesta pacifica vengono stroncati.
Manifestazione evidente di un sistema per il quale le voci emergenti dei propri cittadini, per quanto siano giuste, se non convenienti, debbano restare mute.