Casalfood: palline di graffa. Ricetta economica e veloce.

Casalfood: palline di graffa. Ricetta economica e veloce.

11 Gennaio 2019 Off Di Alessia Vindice

Le graffe napoletane sono uno dei dolci più apprezzati della cucina nostrana,di solito si preparano per  Carnevale, anche se ogni occasione è buona per prepararle.
Le graffe napoletane sono molto famose, ma sembrerebbe che le radici di questo dolce non siano campane, bensì tedesche.

Il termine graffa deriva da “krapfen“, risale alla fine del XVII secolo circa è legato all’invenzione di una pasticciera viennese chiamata “Cecilia krapfen”.

 E’ un famoso dolce di origine austro-tedesca, fritto nello strutto o nell’olio bollente e poi farcito con della marmellata o della crema bavarese.

Ai napoletani piace però appropriarsi della maternità di questo dolce e chissà che questa dell’origine tedesca non sia solo una storiella.

Ingredienti :

  • 130 g di farina Manitoba
  • 150 g di farina 00
  • 100 g di acqua
  • 30 g di latte
  • 1 uovo
  • 250 g di zucchero bianco
  • 1 cucchiaino di sale
  • 5 g di lievito di birra
  • Scorza di 1 arancia grattugiata
  • 1 bacca di vaniglia( se non doveste trovarla, usate una dismetta di aroma di vaniglia)
  • la scorza in un quarto di limone grattugiata
  • un pizzico di cannella
  • olio di semi di mais o girasole per friggere
  • 200 g di zucchero bianco super fine
  • 20 g di burro

Preparazione:
1. Mettiamo in una ciotola il lievito sbriciolato insieme all’acqua tiepida ed allo zucchero e lasciamo che il lievito si sciolga. Aggiungiamo il latte tiepido e il burro ammorbidito, man mano la farina a pioggia insieme agli aromi . Sempre mescolando inseriamo ora l’uovo e amalgamiamo bene. Ora è il turno del sale e impastiamo per circa 15 minuti. Il panetto dovrà risultare liscio e soffice.

2. Adesso prendiamo il nostro panetto,riponiamolo in una ciotola con un coltello disegnano una X e ricopriamo con pellicola, lasciamo lievitare in luogo caldo per almeno 2 ore.

3. Su una spianatoia leggermente infarinata stendiamo il nostro impasto ad 1 cm circa. Se abbiamo un coppapasta piccolo,quanto un tappo di bottiglia, lo utilizziamo per formare le nostre palline, altrimenti possiamo usare proprio il tappo di una bottiglia. Una volta realizzate le nostre forme, le comprimiamo con una nuova pellicola e le mettiamo in forno spento con luce accesa per 1 ora.

4. Trascorso questo tempo, mettiamo sul fuoco una padella stretta e portiamo a temperatura l’olio. Nel frattempo in una ciotola mettiamo i 200 g di zucchero. Possiamo ora iniziare a friggere le palline di graffa, ci vorrà qualche minuto e quando risulteranno dorate le solleviamo con il mestolo forato,le passionano su carta assorbente e le tuffiamo nella ciotola con lo zucchero per ricoprirle . Possiamo infine servirle versandoci sopra all’occorrenza, crema di nocciole, cioccolato bianco fuso, oppure frutta a piacere. Risultato garantito.

Buon appetito e che la dolcezza sia con voi.