Cantine Rea. Boom di affluenza alla presentazione dei bianchi e dei rosati. L’eccellenza casalnuovese dalla grotta al bicchiere

Cantine Rea. Boom di affluenza alla presentazione dei bianchi e dei rosati. L’eccellenza casalnuovese dalla grotta al bicchiere

8 Aprile 2019 Off Di Alessia Vindice

CASALNUOVO – Domenica 7 aprile presso le cantine Rea si è tenuto il secondo incontro annuale. Siamo stati presenti con le telecamere per questo evento, ed il clima era di serenità e soddisfazione. La degustazione dei vini è stata accompagnata da una selezione di salumi e formaggi e fave fresche.

Sono stati presentati 4 bianchi e 2 rosati, tra i quali “il rosso sbagliato”. Un vino che ha visto la luce quest’anno per la prima volta, nato da un idea dei fratelli Rea. Ha raccolto subito tanti consensi, tra gli ospiti accorsi ieri alla degustazione.

L’evento ha visto partecipare un gran numero di persone che sono venute anche dalle zone limitrofi. Questa ben nota realtà casalnuovese vede sempre una maggiore attenzione nei propri confronti.

È risaputo che la produzione di vini accompagna la famiglia Rea da 5 generazioni, è un culto, è una arte, è una maestrìa. È un vanto per il territorio, Casalnuovo si può fregiare di una eccellenza vinearia. Il prossimo appuntamento con le cantine Rea è fissato per il prossimo novembre per la presentazione del novello – vendemmia 2019.

“Il vino […] è la poesia della terra.” Mario Soldati da Il vino di Carema.