ASL CASALNUOVO. Duro attacco di Corcione. Si pensasse ai servizi anziché agli spot pubblicitari

ASL CASALNUOVO. Duro attacco di Corcione. Si pensasse ai servizi anziché agli spot pubblicitari

6 Gennaio 2019 Off Di Mario Pelliccia

CASALNUOVO DI NAPOLI – La questione trasferimento ASL in città sta creando non pochi malumori tra utenti ma in particolare anziani. Un trasferimento che avrebbe dovuto snellire le prenotazioni ma in realtà così non è. 

“Sanità negata” – questo ciò denuncia il resposnabile cittadino di Federconsumatori Antonio Corcione:  “al mio sportello arrivano richieste di visite oculistiche e altre visite specialistiche con tempistica pari ad un anno di attesa. Intanto il Sindaco continua a fare spot inutili, privi di sostanza e ricadute per i cittadini. Il Comune ha dato un’intera palazzina in comodato gratuito all’ASL per la nuova sede che da Via Ravello si trasferirà in Viale degli Oleandri in proprietà comunali.

Siamo l’unico caso in cui il Comune con mezzi propri dona uno stabile ad un ente come l’ASL che ha un bilancio autonomo. In tutti i comuni dell’ASL 2 Nord le città hanno palazzine funzionali di proprietà dell’ASL. Intanto molti servizi specialistici nel nostro Comune non ci sono e i cittadini devono emigrare altrove. Quei pochi servizi che ci sono hanno liste di attesa di 10-12 mesi. 

Una chiara violazione del diritto alla salute. Il comune dovrebbe tutelare i propri cittadini chiedendo alla direzione ASL NA 2 Nord di Pozzuoli, al suo direttore generale di implementare servizi ad una cittàdi 50.000 abitanti che èpriva di qualsiasi servizio sanitario e penalizzata rispetto a molti comuni limitrofi. Il Sindaco dovrebbe badare ai servizi non agli spot.

A Casalnuovo il diritto all’assistenza sanitaria in molti campi è negato. 

Come federconsumatori Casalnuovo abbiamo attivo un servizio per la sanitànegata che daràassistenza a tutti i cittadini che vedono violati i propri diritti sanitari. Una visita specialistica con tempi e lista di attesa di un anno èuna vergogna non più.

Non serve una nuova palazzina all’ASL di propietàcomunale ma servono servizi che non ci sono. Liste di attesa di un anno e molti specialisti all’ASL NA 2 Nord anche nella nuova sede non ci saranno.

[Riceviamo e pubblichiamo]