Allarme Sicurezza – Via Strettola, un fronte di guerra. Raid quotidiani ai danni dei cittadini

Allarme Sicurezza – Via Strettola, un fronte di guerra. Raid quotidiani ai danni dei cittadini

26 Novembre 2018 Off Di Bruno Aiello

In seguito ai numerosi casi spiacevoli di furto, vandalismo e aggressione avvenuti in questi  mesi, tante sono le domande  poste ultimamente dai residenti in Casalnuovo di Napoli, così come poche erano le risposte salite a galla,  almeno fino ad ora.

Lunedì 26 Novembre, in Via Strettola, alle ore 11.45  si è verificato un nuovo tentativo di furto con relativi danni ai finestrini di un compact suv di colore nero. Quello che può sembrare un ennesimo atto criminale irrisolto, questa volta poteva concludersi in giustizia.  Presso l’incrocio tra Via Strettola Romano e Via Fausto Coppi è ben visibile un sofisticato servizio di telecamere. Dispositivi che avrebbero permesso alle forze dell’ordine di riconoscere e punire i malviventi ma che a quanto pare siano inefficienti. Sono sempre più chiari i pezzi che completano il dubbio puzzle della metodologia governativa di Casalnuovo.

I cittadini si trovano davanti ad un’autorità che non vede perché non vuol vedere e sono vittima di un abuso nato dalla presunzione del privilegio. Il messaggio ricevuto con questa esplicita omissione d’intervento è tanto forte da rispondere a tutti gli interrogativi, resta da comprendere con giudizio che solo chi mostra d’avere senso di responsabilità ed è in grado di tutelare il bene comune merita il potere perché sa renderlo giusto. Intanto il proprietario del veicolo ha sporto regolare denuncia di tentato furto presso la locale Tenenza dei Carabinieri al fine di procedere alla richiesta di materiale video presso gli organi competenti comunali a cui è affidato il controllo del territorio.

Se confermato che le telecamere non funzionino, ci ritroveremo dinanzi ad una “Giustizia fai da te” laddove il cittadino deve sperare che sul luogo del reato qualche privato abbia un sistema di sorveglianza privato.