Aggredito il consigliere  di opposizione Enzo Romano. Le parole di Nappi: «noi verremo a Casarea a fare campagna elettorale serenamente»

Aggredito il consigliere di opposizione Enzo Romano. Le parole di Nappi: «noi verremo a Casarea a fare campagna elettorale serenamente»

29 Maggio 2020 Off Di Mario Pelliccia

CASALNUOVO – In città è già alta la tensione in prossimità delle elezioni amministrative che dovrebbero tenersi presumibilmente il 20 settembre.

Carmine Romano (detto Enzo) – in foto – in forza al PD, opposizione all’attuale amministrazione Pelliccia, meglio noto in città come lo “zio” di tutti i casalnuovesi vista la sua longeva attività politica, attualmente consigliere comunale anziano della pubblica assise e carabiniere in congedo da sempre vicino ai cittadini, nella serata di ieri all’uscita del consiglio comunale tenutosi presso la struttura “Labor Inti” in località Casarea, e’ stato aggredito da un cittadino di cui ancora non sono state rese le generalità.

L’uomo in sella ad una bicicletta gli ha inveito contro lasciandosi andare in una chiara aggressione verbale.

La raccapricciante scena si è consumata sotto gli occhi di alcuni agenti di polizia municipale presenti in loco i quali allertati dallo stesso consigliere hanno provveduto all’allontanamento del soggetto evitando così l’aggressione fisica ai suoi danni.

Le motivazioni che hanno scatenato l’ira dell’uomo che, sembrerebbe essere residente della zona,  non sono ancora chiare, sebbene, come dichiarato dallo stesso Romano, l’uomo nel corso del tentativo intimidatorio ha proferito: «Tu a Casarea a fare politica non vieni, te ne devi andare da qua».

La solidarietà di Giovanni Nappi, candidato Sindaco alle prossime amministrative della città al consigliere Romano:

«Ieri il nostro zio Enzo (Carmine Romano, consigliere anziano di questa consiliatura) è stato “aggredito” a Casarea.
Ringrazio gli agenti di polizia municipale che hanno evitato che la violenta aggressione verbale sfociasse in altro.
All’individuo che intendeva intimidire Zio Enzo dico che “noi verremo a Casarea e sì che verremo a fare campagna elettorale a Casarea. Serenamente”.

A chi ci amministra e a chi presiede il consiglio comunale, invece, mi va dire: “montate un caso su una semplice bussata di citofono e poi nemmeno una parola sullo schifo che si è verificato ieri. Riuscite a dividere la Città anche su questo. Complimenti”.
W Zio Enzo»
.