Concorso dei Vigili a Casalnuovo. Corcione: “si coinvolga la Prefettura per trasparenza”

Concorso dei Vigili a Casalnuovo. Corcione: “si coinvolga la Prefettura per trasparenza”

12 Novembre 2018 Off Di Gloria Riccio

Concorsi Comunali, Corcione: si affidi a Formez e Prefettura perchè ci sia la massima trasparenza.

In giornata il consigliere Antonio Corcione ha espresso il proprio punto di vista per quanto riguarda il concorso per n.22 posti di agenti di Polizia Municipale-n.9 posti di Istruttori Amministrativi-n.2 posti di Istruttore Direttivo Informatico-n.2 posti Istruttore Tecnico. 

“Le preselezioni saranno affidate ad una società esterna scelta dal Comune”.

Di seguito vi riportiamo le parole del consigliere:

Consigliere Corcione Antonio.

Sono arrivate circa 2000 domande di aspiranti concorrenti Per i 22 posti di agenti di polizia Municipale-9 Posti di Istruttore Amministrativo e per le restanti figure di Informatici e Tecnici. Nel bando si legge che le preselezioni saranno affidate ad una società esterna,quale sia questa società,da dove arriverà e come sara selezionata non si capisce ancora. Sempre nel Bando poi si legge che i concorrenti una volta superate le preselezioni, fatte dalla società esperta, si cimenteranno con le prove scritte e orali. 30 Punti il massimo per quelle scritte, 30 Per gli orali. Gli altri punteggi che concorerrano a formare la graduatoria saranno valutati in base a cv, esperienze varie. La Presidenza di questa ultima commissione sarà affidata ai capi settori di competenza. Ritengo la scelta di far presiedere un eventuale commissione ai capi settori apicali nominati dal Sindaco una scelta infelice e che può ingenerare eventuali dubbi da parte di chi partecipa al Concorso. Siamo l’unico ente locale che bandisce un concorso e non si affida al Formez. Per questo nell’eventualità le procedure concorsuali procedano cosi come da Bando segnalerò alle autorità competenti le scelte al quanto discutibili di far presiedere le commissioni valutatrici a personale dell’ente. Serve la massima trasparenza. Non basta dire che bello il nostro Concorso. Serve che il Concorso sia fuori da ogni discutibile dubbia interpretazione di selezione dei partecipanti. Per questo non capisco, cosi come ha fatto la Regione Campania, la scelta di non affidare all’ente dello stato specializzato in procedure di questo genere , il Formez, tutta la gestione del concorso.Vigileremo e saremo attenti in nome della meritocrazia e della trasparenza sotto le quali questo concorso si deve svolgere. Per chi non lo sapesse, il Formez è un’associazione riconosciuta con personalità giuridica di diritto privato sottoposta al controllo, alla vigilanza, ai poteri ispettivi della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica. Con questa premessa, è giusto affidare concorsi pubblici al Formez o ad enti scelti dall’amministrazione comunale?”

Si attendono informazioni sulla società esterna incaricata delle preselezioni.